L'educazione del cane si basa sul concetto di gioco.
Giocare con il cane può rilevarsi un’attività di grande importanza perché è proprio attraverso questa attività che lo si aiuta a sviluppare le capacità psico-fisiche, tramite alcuni esercizi, senza costrizioni o forzature, ma con estrema gentilezza, pazienza e rispetto. I giochi da fare con il cane sono numerosi, ognuno con una specifica finalità, basta osservare alcuni utili consigli.

Il gioco è importante per la salute fisica e mentale del cane. Attraverso di esso il cane si diverte, fa esercizio fisico, esplora il mondo che lo circonda. Il gioco stimola la sua intelligenza e rafforza il legame con il proprietario.

Grazie al gioco con il proprietario e con gli altri simili, il cane imparerà a socializzare, esprimerà alcuni comportamenti sociali (gerarchia), rafforzerà i sistemi di comunicazione e acquisirà i corretti autocontrolli (es. inibizione del morso).

Il cane manifesta diverse mimiche e posture per invitare un altro cane o il proprietario a giocare. La postura più conosciuta è l’inchino (arti anteriori abbassati e arti posteriori sollevati), ma esistono altri segnali di invito al gioco: lo scodinzolio, i movimenti a scatti delle zampe anteriori, i saltelli, la bocca semiaperta o l’invito all’inseguimento.

Esistono in commercio dei giochi per cani creati per farli “pensare”. Alcuni di questi giochi “intelligenti” sono simili a quelli utilizzati per lo sviluppo psicomotorio dei bambini. Lo scopo di questi giochi è stancare il cane impegnandolo in un’attività di tipo cognitivo (es. ricerca di cibo all’interno di scatole e cassetti). È fondamentale ridurre dalla razione giornaliera di cibo ciò che viene utilizzato per il gioco al fine di evitare razionamenti non corretti.

Non insegnate al cane a giocare con le vostre mani. Se il cane impara a divertirsi mordicchiando le vostre mani, tenderà a utilizzare lo stesso passatempo anche su tutti gli altri membri della famiglia, bambini compresi.

Durante il “gioco fisico” (come ad esempio riporto o giochi di trazione) il cane potrebbe eccitarsi eccessivamente, perdendo il controllo. In questi casi è importante sospendere immediatamente il gioco per riprenderlo solo quando si sarà tranquillizzato.

Il cane ha bisogno di fare molta attività ogni giorno camminando, giocando, masticando, vocalizzando. Nel caso in cui dovesse passare molto tempo da solo o in condizioni di inattività, un valido passatempo può essere rappresentato dai giochi di masticazione come il kong o l’osso per cani.

Scegliete sempre giochi specifici per cani, sicuri e rispettosi della normativa vigente. Assicuratevi che non si rompano facilmente. Soprattutto i cuccioli, tendono spesso ad accanirsi sui giochi, riuscendo a distruggerli facilmente. Bisogna fare attenzione che non ne ingoino alcune parti inavvertitamente.
I giochi non dovrebbero essere lasciati sempre a disposizione, per evitare che il cane perda interesse nei loro confronti e sia sempre alla ricerca di novità più divertenti. Una strategia vincente può essere quella di offrirgli ogni giorno un paio di giochi differenti, sostituendoli il giorno dopo con altri.

È importante insegnare al cane sin cucciolo, che le scarpe, i peluche dei bambini o il guinzaglio della passeggiata non sono giochi.Per questo è fondamentale non utilizzarli mai come strumenti di intrattenimento.



Profilo Utente

Facebook